Whatsapp più utilizzato degli SMS

Finora era solo una percezione diffusa, ormai è ufficiale: WhatsApp batte gli sms. Secondo il rapporto Asstel sulle Telecomunicazioni 2016, tra il 2011 ed il 2015 il traffico dati mobile è cresciuto del 500%. Buona parte del traffico è utilizzato per i servizi di messaggistica.

La diminuzione dei messaggi di testo brevi è stata vertiginosa. Alla fine del 2010 erano utilizzati da circa l’80% degli abbonati di telefonia mobile. In soli 5 anni, il loro utilizzo si è ridotto del 27%. In crescita anche il volume di dati da rete fissa.  Solo nel 2015, questi ultimi hanno registrato un incremento del 27%.

Ormai si preferisce quindi comunicare tramite applicazioni di messaggistica istantanea, Whatsapp in testa (nonostante i tentativi di Google di insidiarne il primato), tramite i pacchetti di traffico dati mobile. Nel 2015, queste hanno superato la quota di 750 Petabyte, il 44% in più rispetto al 2014.

Whatsapp, un fenomeno in ascesa continua

Proprio lo scorso marzo, la società aveva annunciato di avere 1 miliardo di utenti attivi ogni mese. “Quasi una persona su sette sulla Terra usa WhatsApp ogni mese”, si leggeva nel in un post sul loro blog.

In crescita tutto il settore delle telecomunicazioni

Tiene anche l’occupazione nella filiera della comunicazione digitale: sale dello 0,5% per un totale di circa 123mila addetti (dopo il calo dell’1% registrato nel 2014). Resta praticamente stabile il dato relativo al comparto degli operatori di Tlc. Con poco più di 66 mila dipendenti, copre più della metà degli addetti al settore.

Per la gioia degli utenti, crollano invece i prezzi dei servizi. Nel quinquennio preso in considerazione si è registrato un -13% per i prezzi di telecomunicazioni fisse. Addirittura, un calo del 37% per quelle mobili.

Ancora, nel 2015 è cresciuto del +27% il volume di traffico dati da rete fissa La crescita totale è pari al 163%, dal 2010 a oggi.

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate