Sara, il testimone: “non sono scappato”

L’ultima persona ad aver visto Sara Di Pietrantonio prima che venisse uccisa dall’ex fidanzato Vincenzo Paduano all’alba di domenica a Roma è stato il 18enne Edoardo Paraninfi. Proprio lui ha affermato di non essere scappato alla vista dei due: “non sono scappato, ha detto, ho visto un ragazzo appoggiato al cofano di un’auto e una ragazza davanti a lui che gli urlava contro. Perché avrei dovuto chiamare la polizia?”.

Come riporta il Corriere della Sera, lo scooterista che passò per la via della Magliana la notte del delitto si è presentato spontaneamente alla polizia. “Tornavo a casa dopo aver accompagnato un’amica e ho visto l’auto che bruciava, ma c’era una volante vicino – ha affermato Paraninfi -. Mi hanno interrogato, verificato la mia versione con le immagini delle telecamere e poi mi hanno rilasciato. Nessuno mi ha detto che sono un vigliacco”.

Poi il ragazzo ha parlato del “rimorso” di essere passato “troppo prima e poi troppo dopo”. “Sara poteva essere mia sorella o mia cugina – ha proseguito -. Forse avrei potuto fare qualcosa. A quello (Vincenzo Paduano, ndr) devono dare l’ergastolo”.

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate