Valanga su Hotel Rigopiano: trovate vive 10 persone

I soccorritori che hanno lavorato tutta la notte hanno trovato vive 10 persone all’interno dell’Hotel Rigopiano nel Pescarese. Anche la piccola Ludovica Parete, figlia di Giampiero, il cuoco che per primo lanciò l’allarme dopo la slavina, è stata estratta viva dall’hotel Rigopiano. Questa mattina erano stati salvati la moglie di Parete, Adriana, e l’altro figlio, Gianfilippo. Il Capo della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, ha precisato che “5 persone sono state estratte, una donna e 4 bimbi, altre 5 sono da recuperare”. Subito in azione gli elicotteri per soccorrere i superstiti, mentre si continua a scavare senza sosta tra neve e macerie nella struttura dove c’erano circa 35 persone. 

hotel-rigopiano

Due le persone subito messe in salvo dopo la tragedia e che hanno dato l’allarme. Si tratta di   Giampiero Parete e Fabio Salzetta, che al momento della slavina si trovavano all’esterno della struttura.

Sono in buone condizioni fisiche, si sono salvati  riparandosi all’interno di un’auto. Intanto sono pronti a partire per l’hotel Rigopiano l’elicottero della Capitaneria di Porto e quello del 118 de L’Aquila, mentre resta a disposizione quello del 118 di Pescara.

c_2_fotogallery_3008278_0_image

Il Centro coordinamento soccorsi, in Prefettura a Pescara, attende di conoscere la situazione all’interno dell’albergo per allestire la macchina del soccorso. 

La valanga, di dimensioni importanti, che avrebbe addirittura spostato l’edificio di 10 metri,  sarebbe venuta giù in un tratto boschivo e per questo particolarmente violenta e avrebbe investito auto, bestiame e parte dell’albergo. Secondo quanto appreso dal Soccorso Alpino, alcune persone presenti nella struttura sarebbero scese a valle per dare l’allarme contattando la polizia provinciale e parlando dei dispersi. 

News Correlate