24/07/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Accusa contro Pornhub: avrebbe pubblicato video di stupri e abusi. La denuncia di 34 donne

1 min read

Pornhub torna a far parlare di sè. Questa volta non per una sponsorizzazione ad una squadra sportiva (era successo anche Italia), ma per un fatto molto più grave: il sito di condivisione di video per adulti è stato denunciato da 34 donne che lo accusano, insieme alla società che lo gestice e ne è proprietaria, la MindGeek, di aver diffuso video in cui subivano abusi e stupri, in quanche caso anche quando le vittime erano minorenni.

Secondo gli avvocati delle accusanti, la MindGeek possiede più di cento siti pornografici e case di produzione specializzate, tra cui il già citato Pornhub, ma anche RedTube, Tube8 e YouPorn per un totale di oltre 3 miliardi di visite al mese. Nella denuncia gli avvocati sottolineano che l’obiettivo non è la pornografia, ma una classica impresa criminale” il cui modello di business si basa sullo sfruttamento a scopo di lucro di contenuti sessuali non consensuali.

La MindGeek ovviamente non è rimasta in silenzio: la società ha infatti bollato le accuse definendole “totalmente assurde” e “categoricamente false”. E come detto, non è la prima volta che Pornhub finisce nella bufera, visto che già un articolo del New York Times lo accusava di pubbicare video pedopornografici e filmati di stupri.