Afghanistan: la missione Italiana prosegue anche nel 2016

Durante l’incontro con le commissioni riunite Esteri e Difesa di Camera e Senato, il Ministro della Difesa Roberta Pinotti avrebbe riferito delle intenzioni dell’Italia di proseguire nell’impegno in Afghanistan.

Così, agli 800 uomini già presenti ad Herat, si aggiungeranno altre 200 unità; a spingere verso questa decisione le nuove segnalazioni di infiltrazioni dell’Isis e i continui episodi di insurrezione in diversi distretti del territorio.

Al momento, le nostre forze sono impegnate della regione Ovest, la più sicura del Paese, ma anche lì non sono mancati gli attacchi”. Il problema, secondo la titolare della Difesa, sono le numerose perdite tra le forze afgane (circa 650 uomini al mese); la lotta è dura e serve grande tenacia per equipaggiare le unità. Nessun dubbio quindi sulla necessità di proseguire con la missione anche nel 2016.

Sul rinnovato intervento italiano si è espresso anche il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni, il quale ha confermato le intenzioni di un maggiore impegno Nato; la strada per la stabilizzazione dell’Afghanistan è ancora lunga ed è stato lo stesso governo afgano ad aver richiesto il prolungamento della missione Resolute Support, escludendo così ogni forma di combattimento.

News Correlate

Lascia un Commento