23/06/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Allarme obesità tra bambini e adolescenti, ne soffre il 30%. Tra le cause, la pandemia e la chiusura forzata in casa

1 min read

La pandemia, ed il conseguente lockdown, non ha lasciato nei ragazzi solo il segno della solitudine: è aumentato il volume delle ore che gli studenti hanno passato davanti al Pc in extra-dad, questi i dati Istat di qualche giorno fa, ma adesso l’allarme arriva anche per i bambini. Secondo un’indagine della Coldiretti, il 30% dei bambini è sovrappeso o obeso.

La chiusura forzata tra le mura domestiche, rileva l’indagine, causati anche per la chiusura a più riprese delle scuole, ha portato ad aumentare il consumo di cibi spazzatura e bevande zuccherate e a ridurre l’attività fisica, con più ore passate davanti alla tv e al pc.

Il risultato, sottolinea un’altra indagine dell’Università di Buffalo in collaborazione con quella di Verona, è che bambini e adolescenti si sono trovati a consumare un pasto in più, spesso a base di cibi spazzatura e bibite gassate, ad aver ridotto il consumo di frutta e verdura, incrementando di 5 ore il tempo passato davanti allo schermo tra televisione, internet, videogiochi e didattica a distanza. Ed in più si è drasticamente ridotta l’attività motoria, soprattutto per quei bambini/adolescenti che abitano nei centri cittadini e che non hanno grandi possibilità di muoversi all’esterno.

In conclusione, la preoccupazione è che circa 2,3 milioni di studenti, considerando ovviamente quelli della scuola dell’obbligo dai 6 anni in sù, potrebbero soffrire di disturbi alimentari indotti dal Covid.