20/10/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Arriva il “bonus di Natale”: un rimborso del 10% fino a 150 euro

2 min read

Il cashback di Stato si veste per le feste. In vista di un Natale con pochi festeggiamenti a causa della pandemia di coronavirus, il governa tenta di sostenere l’economia anticipando le misure per diffondere e incentivare i pagamenti digitali. Dal 1° dicembre parte dunque il “bonus di Natale”, un rimborso del 10% fino a 150 euro per le spese effettuate a dicembre con carte di credito e App.

Chiamato anche extracashback, fa parte di un tris di misure a cui l’esecutivo lavora da più di un anno e che potrebbe portare nelle tasche di ciascuno fino a un massimo di 3.450 euro nel 2021 sommando i vari rimborsi (extracashback, 300 euro di cashback e 3000 euro di super cashback).

A essere premiati, in quest’ultimo caso, saranno i primi 100mila che riusciranno a fare compere digitali e i rimborsi saranno suddivisi in due tranche, una ogni sei mesi. A differenza del bonus Natale, per il cashback il rimborso scatterà con almeno 50 pagamenti.

Nel mese di dicembre basteranno 10 transazioni. Non varranno, però, gli acquisti online, mentre potranno essere conteggiati la spesa nei supermercati e nei negozi ma anche i pagamenti delle fatture di artigiani e professionisti, idraulico compreso. Questo bonus ha carattere universale in quanto chiunque può usufruirne, non esistono infatti limiti di reddito, niente ISEE e nessun requisito anagrafico, tranne quello della maggiore età ovviamente.

Ottenere il rimborso non sarà però automatico. E’ infatti necessario registrarsi ad “IO”, l’app dei servizi pubblici. Per maturare il bonus verranno presi in considerazione solo i pagamenti effettuati dopo la registrazione su IO.

Bisognerà accedere all’app, con SPID o con la Carta d’Identità Elettronica (CIE) e i relativi codici, per indicare: codice fiscale, carte di credito e di debito (bancomat) di cui si è titolari e l’IBAN di accredito, dove si vuole ricevere il cashback maturato.

A ogni codice fiscale possono essere associati più metodi di pagamento elettronico diversi: tutti concorreranno al raggiungimento della soglia dei 50 pagamenti semestrali che dà diritto a ricevere il cashback di Stato fino a 150 euro.