Benzina senza tasse oggi costerebbe 0,44 centesimi al litro

Se non esistessero le accise ossia il tributo indiretto applicato dallo Stato la benzina oggi costerebbe Quarantaquattro centesimi al litro. Venerdì infatti il costo del petrolio è sceso a circa 30 euro al barile, in calo del 67,4% rispetto al 2012. Eppure il pieno ci costa solo il 28,1% in meno. La colpa ovviamente è delle accise, aumentate vertiginosamente nel corso degli ultimi anni.

A rincarare la dose ci pensa Faib Confesercenti: “Per assurdo anche se i Paesi produttori ci regalassero la materia prima, un litro di verde costerebbe comunque agli italiani 1,083 euro, un litro di gasolio 0,965 euro”.

Dello stesso avviso il Codacons, che sottolinea come, a causa del peso del Fisco, “l’Italia resta saldamente ai vertici della classifica dei paesi europei dove i carburanti costano di più”.

News Correlate

Lascia un Commento