Bologna: incendio doloso in stazione. Aperta inchiesta

La circolazione ferroviaria in transito per il nodo di Bologna è fortemente rallentata a causa di un incendio doloso che ha interessato alcuni impianti alla stazione di Santa Viola, a due passi dalla stazione centrale del capoluogo emiliano.

Sono saltati i cavi del sistema di gestione e controllo del traffico provocando disagi nella circolazione dalle 4.30 della mattinata. La circolazione è ripresa lentamente dalle 7.30, ma i disagi perdurano.

Antonello Amato sovraintendente Polfer ha fatto sapere che la circolazione sta riprendendo anche se a rilento e che nel giro di poche ore tornerà alla normalità.

Intanto su un muretto vicino alla stazione di Santa Viola sono state trovate due scritte “No Tav” fatte con bombolette spray.

In mattinata il ministro dei trasporti Lupi aveva parlato di “attacco terroristico”. Ma il premier Renzi, poco dopo, ha ridimensionato definendo quello che è successo un atto di “sabotaggio”.

Il responsabile Polfer Annarita Santantonio rassicura i viaggiatori dicendo che non ci sono rischi

“quello che è successo a solo interrotto la linea ferroviaria”

La di Bologna ha aperto un’inchiesta contro ignoti: vengono ipotizzati i reati di disastro ferroviario causato da danneggiamento, interruzione di pubblico servizio e danneggiamento seguito da incendio.

News Correlate

Lascia un Commento