06/05/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Brasile: mancano i sedativi negli ospedali. Pazienti intubati da svegli e legati ai letti

2 min read

Una situazione drammatica quella denunciata in Brasile, dal personale sanitario dell’ospedale Albert Schweitzer di Realengo, nella zona orientale di Rio. Un’infermiera ha infatti raccontato che mancano i sedativi negli ospedali di Rio de Janeiro, dove alcuni operatori sanitari hanno denunciato di aver dovuto intubare dei pazienti Covid da svegli e con le mani legate al letto a causa della mancanza di farmaci.

Nella struttura sono 78 i pazienti ricoverati con Covid. Altri 40 sono in emergenza. “Nella stanza rossa i pazienti sono intubati e legati, stanno vivendo tutto svegli e senza sedativo, perché non c’è sedativo, è tutto finito. Solo per la terapia intensiva e sono ancora in fase di riduzione e anche così, non è possibile per tutti i pazienti “, denuncia il personale medico.

“La contenzione meccanica usata senza sedativi è davvero una forma di tortura perché il paziente è a disagio e si trova in una situazione in cui non può nemmeno chiedere aiuto all’équipe multiprofessionale”, ha spiegato il medico di terapia intensiva Áureo do Carmo Filho.

Un’infermiera in servizio in un altro ospedale della capitale carioca, il Sao José, ha detto che alcuni dei 125 pazienti Covid sono morti a causa della mancanza di sedativi. “Non abbiamo farmaci, non abbiamo sedativi per i pazienti in terapia intensiva e purtroppo molti di loro non ce la fanno. Noi operatori sanitari assistiamo disperati, piangendo, perché non possiamo fare nulla. Non abbiamo siringhe, non abbiamo nemmeno gli aghi”, ha detto l’infermiera al sito G1.

Il Brasile ha intanto superato le 360mila vittime di Covid dall’inizio della pandemia, ovvero 361.884. Secondo il Consiglio nazionale delle segreterie di salute, nelle ultime 24 ore sono stati registrati 3.459 morti e 73.513 contagi. Il bilancio totale sale a 13.673.507 casi di contagi accertati.