Budapest: tra salute, benessere e relax

Con ben 130 bagni termali e con circa 300 tipi differenti di acque, Budapest (Ungheria) è la città europea col maggior numero di centri dedicati alla salute, al benessere e al relax.

I bagni più moderni risalgono al periodo di dominazione turca, tra il 1541 ed il 1686, ma la fama di città termale la capitale ungherese l’ha conquistata solo intorno al 1920, iniziando a sfruttare il potenziale economico di questa propria immensa risorsa.

Le terme Szechenyi, primo bagno di Pest, attivo già nel 1881, sono uno dei più grandi stabilimenti d’Europa e vantano una maestosa piscina esterna, attiva sia d’inverno che d’estate. L’acqua proviene da una fonte artesiana scavata a una profondità di 1.250 metri e ha la temperatura di 76 C°. Guardare la neve che cade mentre si è immersi nelle sue acque caldissime è un must per ogni turista.

Le terme Szechenyi

Tra mosaici, ceramiche, vetrate colorate e statue, le terme di Gellert, situate a Buda, sono un vero e proprio gioiello in stile liberty incastonato nel cuore della città. Considerate “miracolose” sin dal ‘400 sono un luogo che oggi ospita uomini e donne contemporaneamente, sia nelle piscine che nei bagni turchi. Il bagno termale oggi è alimentato da 13 fonti con acqua a temperatura variabile, fra i 27 e i 48 °C ricche di sodio e di calcio.

gellert9

Le terme di Lukacs risalgono invece al dodicesimo secolo. Rappresentano oggi uno dei centri di benessere più importanti della città, particolarmente ambito perché si dice che la loro acqua minerale abbia degli effetti particolarmente benefici per il nostro corpo. L’acqua, la cui temperatura varia tra i 21 e i 49 °C, è composta da calcio, magnesio e idrocarburi, mentre quelle più calde contengono anche fluoruro, cloruro e zolfo.

le-terme-di-lukacs

Poi ci sono i bagni termali di Kiraly. I turchi li costruirono lontano dalle sorgenti calde per garantire la possibilità del bagno rituale entro le mura del castello anche nel caso di un eventuale assedio e oggi questo centro, non avendo una diretta sorgente di acqua calda, è collegato con un acquedotto alle terme del Bagno Lukács tramite acquedotto costruito in origine in legno di larice. Se prima l’accesso era permesso ad orari diversi per uomini e donne, adesso la distinzione non c’è più ed è possibile godersi le terme tranquillamente anche in coppia.

terme-di-budapest-kiraly

E infine i Bagni turchi Rudas furono realizzati nella seconda metà del Cinquecento durante il dominio ottomano; i loro suggestivi ambienti sono dominati da un’ampia vasca ottagonale, ricoperta da una cupola semisferica traforata e una piscina ottocentesca: la luce che filtra dalle vetrate colorate rende l’ambiente magico e suggestivo. Il bagno turco prevede orari di ingresso diversi per uomini e donne, mentre le piscine sono accessibili a entrambi i sessi contemporaneamente.

bagni-rudas-budapest

News Correlate