05/03/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Campionato: gli anticipi salvezza sorridono a Toro e Viola. Cagliari, Di Francesco al capolinea

2 min read

Calcio senza sosta. Archiviata da poco la tre giorni di Coppe europee, torna il campionato. Il nuovo spezzatino partorito per accontentare le tv, principale fonte di guadagno dei club italiani, regala subito ben due anticipi di venerdi: una rarità. Per la 23° giornata: colpo salvezza del Torino a Cagliari per 1-0. Stesso discorso per la Fiorentina che liquida lo Spezia 3-0 e respira.

Il Cagliari non punge, Bremer lo punisce: colpaccio salvezza per il Toro che si porta a +5 sui sardi terzultimi. Un colpo di testa del difensore brasiliano al 76’ decide una partita molto intensa ma brutta. Nel finale, una super parata di Cragno nega la gioia del gol a Belotti. L’estremo difensore dei padroni di casa si ripete su Rincon. Dall’altra parte, il portiere Sirigu è praticamente inoperoso nonostante l’ingresso dei panzer d’attacco Cerri e Pavoletti per un 4-2-3-1 che diventa spesso un 4-2-4. Di Francesco sempre più in confusione tecnico-tattica.

Crisi senza fine per il Cagliari: 1 solo punto nelle ultime 10 gare. Nonostante, il fresco rinnovo di contratto fino al 2023 voluto da patron Giulini per provare a dare una scossa all’ambiente, Eusebio Di Francesco sembra ormai giunto al capolinea. Esonero o divorzio consensuale sono dietro l’angolo. In attesa di prendere una decisione, il presidente ordina il silenzio stampa. In pole per la sostituzione di Di Francesco c’è l’ex tecnico della Spal Leonardo Semplici; seguono Montella e Rastelli che in passato allenò gli isolani dal 2015 al 2017.

Stadio Franchi di Firenze: Vlahovic, Castrovilli ed Eysseric annientano lo Spezia rivelazione. Una boccata d’ossigeno niente male per la Fiorentina che soffre nella prima frazione di gioco, ma domina nella seconda battendo i liguri grazie ai suoi due migliori talenti. Vlahovic, nono centro per lui in questa Serie A, e Castrovilli. Il tutto condito dal prezioso contributo di Eysseric: 28enne centrocampista francese.

La squadra di Vincenzo Italiano conferma le aspettative disputando un grande primo tempo. Stavolta perà allo Spezia è mancato tremendamente un terminale offensivo in grado di trasformare in gol le tante occasioni nate dalle ottime trame di gioco. E così la Viola, pur priva di Ribery, nella ripresa, dopo aver immediatamente trovato il vantaggio, si è divertita a infierire sull’avversario meritando la vittoria. Tre punti che consentono alla squadra di Prandelli di tornare in una zona più tranquilla a +10 sul Cagliari.