Caos alla Camera sulla riforma della prescrizione

Si divide la maggioranza in Commissione Giustizia della Camera dove è all’esame il nuovo testo di riforma della prescrizione per i reati di corruzione più gravi, per il quale hanno dato voto favorevole PD e SEL e contro il quale invece si sono schierati Nuovo Centro Destra e Udc, che accusano il nuovo testo di allungare di molto e addirittura di raddoppiare i termini della prescrizione.

“Si rischia di portare il termine della prescrizione a 25-30 anni, inammissibile per un Paese civile” ha commentato il capogruppo Alessandro Pagano, ma il Ministro delle Riforme Maria Elena Boschi risponde “Stiamo lavorando con il ministro Orlando, con la presidente Ferranti e i membri della commissione. La maggioranza ha già individuato un’ipotesi di accordo” ha aggiunto Boschi, che si è detta molto fiduciosa sulla risoluzione della spaccatura con Area Popolare sul testo di riforma in questione.

Intanto, per decisione della conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama, è stato posticipato alle settimana del 16 marzo l’esame all’Aula del Senato del ddl anticorruzione, previsto precedentemente per domani.

News Correlate

Lascia un Commento