02/10/2023

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Card. Zuppi in visita a Kiev. Mosca: “Pronti a dialogare con gli Usa sul controllo del nucleare”

2 min read

Questa mattina un comunicato del Vaticano riferisce che oggi e domani, il Card. Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, compirà una visita a Kiev quale Inviato di Papa Francesco. “Si tratta di una iniziativa che ha come scopo principale quello di ascoltare in modo approfondito le autorità ucraine circa le possibili vie per raggiungere una giusta pace e sostenere gesti di umanità che contribuiscano ad allentare le tensioni”.

“Il presidente russo Vladimir Putin non ha per ora in programma un incontro con il cardinale Matteo Zuppi, emissario di Papa Francesco per l’iniziativa di pace per l’Ucraina” è quanto dichiara intanto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, aggiungendo però che la Russia è pronta al dialogo con gli Usa sul controllo degli armamenti nucleari.

 
Intanto la Russia fa sapere di aver respinto un’offensiva su larga scala delle forze ucraine a Donetsk, annessa a Mosca, mentre i combattimenti si intensificavano lungo il confine. Il ministero della Difesa russo ha riferito che ieri, a sud di Donetsk, “il nemico ha lanciato un’offensiva su larga scala in cinque settori del fronte. Kiev – si sottolinea – da mesi prepara una grande controffensiva, sperando di recuperare il territorio perso da quando la Russia ha lanciato la sua operazione militare nel febbraio 2022.

Il presidente ucraino Zelensky in una intervista al quotidiano Wall Street Journal dalla città portuale di Odessa ha dichiarato che le forze armate dell’Ucraina sono pronte a intraprendere l’offensiva primaverile nelle aree del Paese occupate dalla Russia. “Siamo fortemente convinti che avremo successo”, ha dichiarato Zelensky ammettendo però che la vasta offensiva, preannunciata da mesi, presenta diverse incognite. “Non ho idea di quanto tempo ci vorrà. Ad essere sinceri, potrebbe andare in diversi modi, completamente diversi tra loro. Ma lo faremo, e siamo pronti a farlo”.

Autore