07/02/2023

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Casamicciola, individuati altri due corpi. La procura di Napoli indaga sugli allarmi inascoltati

2 min read

A Casamicciola sono stati localizzati, ma non ancora recuperati, altri due corpi: si tratta di Valentina Castagna e Gianluca Monti, i genitori dei tre fratellini di 15, 11 e 6 anni, anche loro rimasti vittima della frana. Ieri è stato recuperato il corpo di Michele Monti. Restano ancora due dispersi. Il bilancio della tragedia al momento è di 8 morti, 5 feriti, 230 sfollati.

Parlando dei condoni concessi sull’isola, il ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare, Nello Musumeci, sottolinea che la normativa attuale ha bisogno di interventi concreti e qualche volta radicali. Gli fa eco il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio: “Abbiamo più del 94% dei nostri Comuni soggetti a frana, l’Italia è fragile”.
La Procura di Napoli vuole accertare se le abitazioni travolte dall’alluvione e presenti in quell’area erano abusive e se pendeva un provvedimento di demolizione. La Procura di Napoli indaga inoltre sugli allarmi inascoltati dell’ex sindaco di Casamicciola, Giuseppe Conte, che meno di una settimana fa, il 22 novembre scorso, aveva inviato delle mail pec alle istituzioni locali per segnalare il rischio idrogeologico. “Nel momento che l’isola di Ischia si trova in questa situazione e ci sono degli allarmi, che io ho dato, era necessario che questi cittadini fossero avvertiti, voi di qua ve ne dovete andare perché è pericoloso” ha dichiarato Conte.
Le dichiarazioni del ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto: “Il Paese deve darsi delle regole per non andare sempre in deroga, perché si possano avere percorsi certi. Non è neppure una questione di fondi, perché i fondi ci sono. E’ una questione di procedure. Anche i condoni nascono dal blocco del sistema, da un’illegalità amministrativa che va avanti. Distinguiamo fra alcune situazioni di condono ed essere su luoghi dove c’è il rischio della vita. Bisogna avere il coraggio di fare una valutazione caso per caso”.

Autore