CGIL: sciopero generale ma è polemica sulla data

Otto ore di sciopero generale per manifestare contro Legge di stabilità e Jobs Act.
Lo ha annunciato Susanna Camusso, ma la scelta della data ha suscitato diverse polemiche: la segreteria della Cgil ha proposto infatti al direttivo il prossimo 5 dicembre.

Prime critiche da Ernesto Carbone del Pd che ha manifestato via Twitter i suoi dubbi sulla scelta del giorno: “ il venerdì prima dell’Immacolata è un ponte servito“.

Anche il senatore Francesco Scalia ha parlato di uno “sciopero contro Renzi con un occhio al calendario, decisione che rende l’idea della debolezza della Cgil“.

Ma il ministro del lavoro Giuliano Poletti, che  “per legge di stabilità e Jobs Act non vede motivi validi per indire uno sciopero”, si è detto rispettoso verso la scelta fatta dal sindacato.

News Correlate

Lascia un Commento