15/08/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Champions: l’Inter vince a Liverpool ma non basta, ai quarti ci vanno i Reds

2 min read

L’Inter esce a testa alta dalla Champions League ma dopo la vittoria per 1-0 in casa del Liverpool, aumenta il rammarico per aver compromesso la qualificazione ai quarti di finale nel match d’andata al Meazza, nonostante una buona prestazione sul piano del gioco. Alla luce del 2-0 centrato dai Reds a Milano, ai nerazzurri serviva un’impresa ad Anfield Road nella sfida di ritorno per ribaltare tutto e andare avanti.

Il super gol del Toro argentino serve solo per il tabellino della partita. In terra britannica, prova d’orgoglio della squadra di Simone Inzaghi ma la magia di Lautaro Martinez al 61′ non basta; anche perchè due minuti dopo Sanchez si fa espellere per doppia ammonizione lasciando l’Inter in 10 uomini. A quel punto, addio sogni di rimonta.

Rispetto a quanto visto a San Siro il 16 febbraio scorso, il Liverpool stavolta è stato a lungo padrone del campo. Ben tre i legni colpiti dagli uomini di Klopp, il quale non rinuncia a schierare fin dall’inizio il tridente Manè-Salah-Jota. Inzaghi invece preferisce Sanchez a Dzeko. A centrocampo Vidal al posto dello squalificato Barella.

I nerazzurri partono bene, pressando alto e impedendo agli inglesi di costruire. Come all’andata però gli ospiti non riescono a rendersi davvero pericolosi negli ultimi venti metri, malgrado gli esterni alti. Nel finale di primo tempo Sanchez rischia già l’espulsione per un brutto fallo su Thiago Alcantara. Primo giallo per lo spento cileno.

Nella ripresa Inter più pericolosa. In ripartenza i meneghini costruiscono tre occasioni in pochi minuti. Prima Perisic vola a sinistra e innesca Calhanoglu, il cui tiro di sinistro è ribattuto dal difensore Matip. Poi Lautaro perde l’attimo dal limite e D’Ambrosio calcia in curva.

Tutto questo prima del fantastico tiro d’esterno collo del Toro. Il gol di Lautaro gela Anfield Road e fa impazzire i tifosi interisti presenti. Ma l’illusione nerazzurra come detto dura poco a causa dell’espulsione di Sanchez che si prende il secondo giallo per un’entrata fuori tempo su Fabinho. Le speranze interiste a quel punto si spengono definitivamente. Inter fuori dall’Europa.