06/05/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Charlie Gard morirà in un hospice. La madre: “Ci hanno negato anche l’ultimo desiderio”

1 min read

“L’ospedale ci ha negato l’ultimo desiderio”, è il grido di dolore della mamma di Charlie Gard. L’Alta Corte di Londra ha infatti deciso che Charlie Gard verrà trasferito in un hospice, un centro di assistenza per malati terminali, dove verrà a breve interrotta la respirazione artificiale. Giovedì 27 luglio alle ore 13 è scaduto l’ultimatum del giudice alla famiglia del bambino affetto da una rarissima malattia genetica. Scaduto il termine, i genitori di Charlie Gard avrebbero voluto avvalersi di uno staff medico privato presso la struttura per malati terminali in cui verrà trasferito il piccolo, ma il Great Ormond Street Hospital ha considerato questa soluzione non praticabile.

Il programma per il fine vita del piccolo Charlie. I giudici dell’Alta Corte hanno stabilito un programma per definire le fasi finali della vita del bambino, dopo che l’ospedale in cui si trova attualmente Charlie, ha dichiarato che non è nell’interesse del bimbo vivere per un periodo prolungato in un hospice. I genitori Connie Yates e Chris Gard, come detto, avrebbero voluto che Charlie fosse assistito e tenuto in vita nell’hospice per trascorrere ancora qualche giorno con lui in tranquillità. Il giudice ha rigettato la richiesta dei genitori e il bambino verrà trasferito a breve in una struttura di cui non è stato diffuso il nome e l’ubicazione.