29/06/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Codacons: “estate del caro-aereo”. Tariffe aumentate del 91% in Ue

2 min read

Secondo il Codacons questa sarà l’estate del caro-aereo. Chi decide di spostarsi in volo per raggiungere mete all’interno dell’Ue dovrà fare i conti con tariffe quasi raddoppiate rispetto allo scorso anno. Con l’arrivo del caldo, l’allentamento delle restrizioni e il calo dei contagi da coronavirus, gli spostamenti degli italiani sono aumentati e con loro anche i prezzi dei biglietti aerei che sono schizzati alle stelle. Nell’ultimo mese le tariffe dei voli in Europa hanno segnato un incremento del 91% rispetto allo stesso periodo del 2021.

I voli intercontinentali segnano invece un +35,7% mentre il prezzo di quelli nazionali risulta in crescita del 15,2%. Insomma siamo difronte ad un aumento generalizzato delle tariffe aeree, condizionate anche dalla crescita dei listini dei carburanti, con conseguenze immediate sulle tasche dei consumatori.

Rincari anche per i trasporti marittimi, calano invece i ferroviari. Sempre secondo il Codacons, nell’ultimo mese le tariffe dei traghetti sono aumentate del 19,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. A fare da contraltare ci sono invece i prezzi dei biglietti ferroviari, in discesa del 9,9% su base annua, come effetto delle minori limitazioni sui treni legate al Covid e del ritorno di offerte e sconti praticati dalle società.

Il Codacons ha fatto anche delle stime su voli tipo. Ad esempio acquistare un volo aereo andata/ritorno per Parigi in economy, tra il 10 al 12 giugno, costerà almeno 355 euro da Fiumicino. Da Milano Malpensa a Lisbona si parte da 364 euro. Per raggiungere Londra da Roma Fiumicino il costo si aggira intorno ai 399 euro, prezzo che scende a 271 euro se si è disposti a partire da Linate e atterrare al ritorno a Malpensa. Per Roma-Madrid non si spenderà meno di 240 euro. Per le tratte nazionali, il volo Roma-Milano costa 128 euro andata e ritorno, contro i 79,80 euro del treno.