Coni, Malagò premia gli azzurri. Zanardi: “peccato per Roma 2024”

Dopo il no incassato dal comune di Roma sulla candidatura olimpica, Giovanni Malagò torna a parlare del rifiuto di Virginia Raggi, e lo fa in occasione della premiazione per gli atleti di Rio 2016. “Tutto può succedere, ma mi sembra improbabile che ci possa essere un’altra candidatura italiana per le Olimpiadi nei prossimi venti anni”– ha affermato il Numero 1 del Coni.

Durante la consegna dei premi, il Presidente del Coni ha prima annunciato le spese sostenute per gratificare i medagliati di Rio 2016, e poi senza nascondere l’amarezza, ha ribadito che senza una seria cooperazione tra Coni, Governo e Comune, la candidatura a Roma 2024 sarebbe “caduta per forza, come un tavolo a tre gambe“.

I numeri della premiazione:
-69 Il numero degli atleti premiati.
-5,4 Milioni di euro totali, di cui 150 mila destinati ai vincitori delle medaglie d’oro, 75 mila per le medaglie d’argento e 50 mila a quelle di bronzo.
-300 mila euro lordi incassati da Niccolò Campriani, che grazie ai due ori nella carabina, è risultato essere l’atleta maggiormente ricompensato.

Sono 39 invece il numero delle medaglie conquistate dagli atleti italiani paralimpici. 2 Ori e un argento spettano ad Alex Zanardi, che nei giorni scorsi, intervenuto durante un evento a scopo promozionale, ha commentato la decisione del sindaco Virginia Raggi: “Poteva essere l’occasione per trovare misure eccezionali a eccezionali problemi. Mi chiedo se saremmo stati capaci di fare come gli inglesiha aggiunto Zanardi  ma dire non le facciamo perchè è l’occasione per qualcuno di rubare, è alzare bandiera bianca.
Il 49 enne emiliano, di certo uno che bandiera bianca nella sua vita non l’ha mai alzata, ha poi rimandato l’appuntamento a Tokyo 2020: “Finchè il fisico tiene voglio andare avanti con questa attività sportiva, non c’è ragione per annunciare il ritiro. Peccato per Roma 2024 -conclude il campione.

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate