11/04/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Coronavirus: 15.204 i nuovi positivi. 293.770 tamponi eseguiti. 467 decessi

2 min read

Secondo i dati del ministero della Salute sono 15.204 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia nelle ultime 24 ore a fronte di 293.770 tamponi eseguiti (molecolari e antigenici). I decessi dovuti al Covid sono stati 467 morti (ieri erano stati 541). In calo il numero dei ricoveri, anche nelle terapie intensive (-20 rispetto a ieri). Il tasso di positività è al 5,17% (ieri era del 4,1%, quindi in aumento di oltre l’1%).

Con gli ultimi nuovi positivi, anche l’Italia supera la soglia dei 2,5 milioni di malati ufficiali da inizio pandemia. Sono invece 1.936.289 i pazienti dimessi o guariti, con un incremento nelle ultime 24 ore di 19.172 unità. In isolamento domiciliare ci sono 454.456 persone (-4.234 rispetto a ieri). La Regione con più casi giornalieri è il Veneto (+2.385) seguito da Lombardia (+2.293).

Intanto nasce il Consorzio Italiano per la genotipizzazione e fenotipizzazione del virus SARS-CoV-2, che permetterà di seguire l’evoluzione del coronavirus e di monitorare la risposta immunitaria alla vaccinazione. L’iniziativa è stata presentata nella conferenza stampa organizzata dal ministero della Salute Speranza.

Secondo il presidente dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), Giorgio Palù: “Questa è solo una delle prime pandemie che vedremo perchè dal mondo animale arriveranno altre pandemie. Non possiamo perdere questa occasione. Questa – ha sottolineato Palù – è solo una delle prime pandemie che vedremo perchè dal mondo animale arriveranno altre pandemie”.

Il direttore della Prevenzione del ministero della salute Gianni Rezza alla presentazione del Consorzio per lo studio genetico di SarsCov2 ha affermato: Il Paese “si deve adeguare: deve avere una capacità di fuoco maggiore di sequenziare il virus SarsCov2, a fronte delle sue varianti, e capacita di monitoraggio anche ai fini di misure di contenimento”. E ancora: “Già il 28 gennaio il ministero della Salute ha emanato una circolare e l’Istituto superiore di sanità ha iniziato la sorveglianza delle varianti di SarsCov2: ora – ha aggiunto – sta per essere emanata una nuova circolare che dovrebbe dare dettagli maggiori sul da farsi”.