10/12/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Coronavirus, il bollettino della Protezione civile: è record di guariti. Calano i contagi e le morti giornaliere

2 min read

Finisce un’era. Il capo della Protezione civile Angelo Borrelli ha annunciato che quella di giovedì 30 aprile è l’ultima conferenza stampa dal vivo per gli operatori dell’informazione. I dati contenuti nell’ultimo bollettino sono in effetti particolarmente confortanti rispetto all’andamento del contagio da Coronavirus in Italia e anche il numero delle vittime giornaliere si è abbassato notevolmente rispetto ai giorni precedenti, pur restando drammaticamente alto.

In particolare, il totale delle vittime è salito a 27.967, con un incremento di 285 morti in un giorno (nelle 24 ore precedenti erano 323 le nuove vittime). L’ultimo bollettino evidenzia un calo record dei malati di Covid-19 in un solo giorno. Sono scesi a 101.551, con un decremento di -3.106 in 24 ore. Sono 75.945 i pazienti guariti, con un incremento record di 4.693 rispetto al giorno prima. Si tratta dell’aumento maggiore dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Di questi, 2.999 si sono registrati nella sola Emilia Romagna.

Si conferma dunque il calo dei ricoveri in strutture ospedaliere. Al momento, sono 18.149 le persone ricoverate con sintomi (1.061 in meno rispetto a ieri). Di queste, 1.694 sono quelle in condizioni di salute più gravi, ricoverate in terapia intensiva. Complessivamente, gli “attualmente positivi” sono 101.551. Chi non è ricoverato in ospedale si trova in isolamento domiciliare per un totale di 81.708 persone (1.944 meno di ieri). Fino a oggi, complessivamente, dall’inizio dell’emergenza sono state colpite dal Covid-19 in Italia 205.463 persone.

“Questa è l’ultima conferenza stampa della Protezione civile sull’emergenza Coronavirus” – ha annunciato il capo del Dipartimento Angelo Borrelli -. Come vedete dai dati ci avviamo verso una nuova fase dell’evoluzione dell’emergenza e quindi abbiamo deciso di interrompere qui la nostra conferenza stampa”, ha concluso Borrelli precisando comunque che la Protezione civile continuerà a pubblicare sul suo sito gli aggiornamenti quotidiani come sempre ha fatto nelle ultime settimane fino a oggi.

Autore