22 Gennaio 2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Coronavirus, nuova impennata nei contagi: +15.199 e 127 morti in 24 ore. Conte: “Limitare gli spostamenti non necessari”

2 min read

Impennata record di nuovi contagi da Coronavirus. Nelle ultime 24 ore in Italia si sono registrati 15.199 nuovi positivi (ieri erano stati 10.874). Il numero totale dei casi sfiora così i 450mila dall’inizio della pandemia. Anche il numero dei tamponi analizzati è da record: sono stati oltre 177mila con una preoccupante incidenza rispetto ai nuovi casi, pari all’8,5%. Stando al bollettino diffuso da Protezione civile e ministero della Salute, anche le vittime sono in aumento: in un giorno sono morte 127 persone (ieri 89). Si tratta del dato più alto di questa seconda ondata.

“Bisogna sforzarci tutti di fermare il contagio, limitando anche gli spostamenti non necessari – ha detto il premier Giuseppe Conte in Senato -.  Se faremo questi sacrifici eviteremo interventi più gravosi”. Le scelte compiute nei mesi scorsi “ci consentono al momento, di evitare chiusure generalizzate e diffuse su tutto il territorio nazionale”, ha proseguito il presidente del Consiglio assicurando l’impegno del governo ad adottare misure di sostegno mirate per locali, bar e ristoranti.

Numeri drammatici in Lombardia che continua a essere la Regione più colpita dal virus: i nuovi casi positivi sono 4.126 a fronte di circa 36mila tamponi eseguiti (ieri erano 2.023 ). Un incremento che porta il rapporto tra tamponi e positivi a circa all’11%, rispetto al 9,3% di ieri. Quasi il doppio anche quelli di Milano e provincia, oggi 1.858 a fronte dei 1.054 di ieri. Ecco perché la Regione ricorre a misure drastiche: è stato deciso che, a partire da lunedì, l’attività scolastica delle scuole secondarie della Lombardia si svolgerà solo con la didattica a distanza.

Le terapie intensive sono allo stremo per questo nelle prossime ore riapriranno le strutture sanitarie temporanee allestite nei padiglioni della Fiera di Milano e di Bergamo.Lo ha annunciato in una nota il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, aggiungendo che i due ospedali “garantiranno al sistema lombardo i primi 201 posti letto aggiuntivi di cure intensive, che saranno gradualmente occupati”. La seconda Regione più colpita dopo la Lombardia è il Piemonte dove continua a salire la curva dei contagi. Sono 1.799 i nuovi positivi comunicati nelle ultime 24 ore dall’unità di crisi regionale. Di questi, gli asintomatici sono il 54%.