10/12/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Covid, la variante sudafricana arriva in Europa. Von der Leyen: stop ai voli con i Paesi interessati

2 min read

Europa in allarme per la nuova variante del covid-19. Chiamata in codice B.1.1.529 e scoperta in Sudafrica è capace di molte mutazioni e per questo potenzialmente resistente agli anticorpi e ai vaccini. Osservata a partire dal 12 novembre ad Hong Kong, in Botswana e Sudafrica, è arrivata ora anche in Europa. Più precisamente in Belgio dove i media locali danno conferma di un primo caso: una donna che ha sviluppato i sintomi 11 giorni dopo aver viaggiato in Egitto attraverso la Turchia. La paziente, che non era né vaccinata né era stata infettata in passato, aveva una carica virale elevata al momento della diagnosi.

E mentre l’Organizzazione mondiale della Sanità, riunitasi d’urgenza, fa sapere di essere a lavoro per capire quanto la nuova variante “sia virulenta e trasmissibile”, la presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen detta una linea comune per tutto il continente: bisogna fermare i voli aerei da e verso i paesi con la nuova variante sudafricana E lo stop deve iniziare subito, nonostante non siano del tutto chiari i rischi e le implicazioni del nuovo ceppo. Von der Leyen chiede anche alle aziende produttrici di aggiornare i vaccini per renderli efficaci anche nei confronti della variante sudafricana. E ai cittadini europei dice: “Per favore vaccinatevi”.

Israele e Gran Bretagna avevano hanno fermato i voli già ieri sera. Stamattina li hanno seguiti altri paesi, fra cui l’Italia
 che ha bloccato gli arrivi di chi negli ultimi 14 giorni è stato in Sudafrica, Malawi, Lesotho, Botswana, Zimbabwe, Mozambico, Namibia ed eSwatini. La Spagna fa sapere che bloccherà i collegamenti aerei anche con Botswana e Sudafrica mentre la Germania per ora si limita a sospendere i voli dal Sudafrica, così come la Francia.

Pfizer ha intanto annunciato che sta studiando la nuova mutazione e conta di avere i primi risultati “entro due settimane”. Mentre l’Istituto Spallanzani di Roma ha costituito una task force per analizzare la variante.

Autore