10/04/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Covid: quattro comuni lombardi in zona rossa. A Napoli spunta una nuova variante

2 min read

In Italia tornano le chiusure localizzate a causa del timore di una diffusione delle nuove varianti del coronavirus, più contagiose. In Lombardia vengono istituite quattro mini-zone rosse, mentre nelle Marche si opta per la chiusura dei confini della provincia di Ancona.

Scatta dalle 18 di oggi l’ordinanza del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, con cui Castrezzato, Viggiù, Mede e Bollate diventano zona rossa dopo che sono stati individuati focolai all’interno dei quattro Comuni. Mentre il governatore delle Marche, Francesco Acquaroli, ha deciso di limitare gli spostamenti in entrata e in uscita dalla provincia di Ancona a causa del numero di contagi sensibilmente più alto rispetto al resto della regione e per casi di variante inglese individuati. “Un provvedimento precauzionale – specifica Acquaroli – necessario per mitigare i flussi dei cittadini e monitorare l’andamento del contagio, soprattutto in riferimento alla variante inglese, sul territorio anconetano e nel resto della nostra regione”.

Intanto a Napoli spunta una rarissima variante del virus, mai isolata prima in Italia. Viene classificata “B1525” e in queste ore viene ribattezzata come variante “nigeriana” . “Di questa variante al momento non si conoscono il potere di infezione, né altre sue caratteristiche come accade per molte varianti rare del virus. Si chiama B.1.525, e finora ne sono stati individuati soltanto 32 casi in Gran Bretagna, e pochi casi anche in Nigeria, Danimarca e Stati Uniti. Mai finora in Italia”, si legge nella nota della Regione Campania dopo che è stato individuato un caso a Napoli dopo gli esami dell’Istituto Pascale e dell’Università Federico II. Le prime sequenze di questa variante sono dello scorso dicembre.

Secondo quanto spiega il comunicato il contagiato è un professionista di ritorno da un viaggio in Africa che è stato sottoposto a tampone al suo rientro.