05/03/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

In questo numero: “occhi di bue”, origini del nome e ricetta casalinga

2 min read

Audio in HD disponibile per le radio. Info 06 4567 72 19

 

Tempo fa mi confrontavo con un’amica e le dicevo che i miei figli adorano quei biscotti di frolla chiamati occhi di bue! Ma vi siete mai chiesti il perché di questo nome? Sì, perché questi biscotti sono famosi ma in pochi sanno in realtà perché si chiamino così! Nella versione originale questi biscotti sono realizzati sovrapponendo due dischetti di frolla, uno dei quali forato al centro, farciti con della marmellata di albicocche. 

Per cui ci sarebbero due scuole di pensiero: da un lato la loro forma potrebbe, ricordare l’uovo all’“occhio di bue” per l’appunto, dall’altro potrebbero essere chiamati così perché tondi e simili all’occhio di un bue. Al di là del nome voi potete metterci del vostro e creare anche delle alternative alla farcitura tradizionale usando altri tipi di marmellata, cioccolato o nutella, oppure realizzarli in altre forme. 

Comunque se vi interessa sapere come farli in casa segnate subito gli ingredienti che vi occorrono:  

  • 350 gr di farina
  • 50 gr di fecola di patate
  • 230 gr di burro
  • 100 gr di zucchero a velo
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 2 uova intere
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 cucchiaino di lievito

PREPARAZIONE

– Mescolate la farina con la fecola ed il lievito e disponete a fontana sul vostro piano da lavoro

– Mettete al centro tutti gli ingredienti ed il burro ammorbidito e lavorate dapprima con le dita e mano a mano impastate il tutto fino ad ottenere un panetto che lascerete riposare per un quarto d’ora

– Trascorso il tempo stendete col mattarello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa mezzo centimetro, aiutandovi con della farina per evitare che si attacchi al piano da lavoro o alle vostre mani

– A questo punto sbizzarritevi con i vostri stampi per biscotti ma se volete creare degli occhi di bue, fate delle forme doppie di cui una forata al centro

– Dopo la cottura vi dedicherete alla farcitura, sovrapponendole ed infine spolverizzando con zucchero a velo

COMMENTO

Facili, no? Se avete, invece, optato per dei semplici biscotti potete sciogliere del cioccolato fondente a bagnomaria ed immergervi una estremità di essi per creare un evergreen della pasticceria sempre amato da tutti.  Se poi volete fare felici i bambini, prima che il cioccolato si raffreddi (ed in questo potrà aiutarvi qualche minuto in frigorifero) gettatevi sopra degli zuccherini colorati.

Ricordatevi che “la creatività di un cuoco si vede tutti i giorni”.