25 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Decreto di agosto: spinta ai consumi da 2 miliardi

1 min read

Un bonus sugli acquisti, concentrato soprattutto sui settori che stentano a ripartire. E’ l’idea alla quale sta pensando il governo che punta a stanziare almeno due miliardi con il prossimo decreto di agosto, ma c’è già un pressing per portare la dote a 3, per spingere i consumi e dare un po’ di ossigeno alle attività più colpite, come bar, ristoranti, negozi di abbigliamento e di elettrodomestici.

Da affinare il meccanismo: le ipotesi spaziano da una card ad un rimborso direttamente al contribuente, mentre è consolidato l’orientamento di premiare le spese effettuate con pagamenti tracciabili, come carte e bancomat, e fino a dicembre 2020. Già nei giorni scorsi il viceministro all’Economia, Laura Castelli, aveva assicurato le associazioni dei ristoratori sull’intenzione di introdurre un bonus sui consumi, insieme a nuove di misure di sostegno al settore.

L’idea di aiutare gli esercenti si incrocia con quella del ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, di sostenere i centri storici delle città d’arte, semi-deserti per l’assenza dei turisti stranieri ma anche per il persistere dello smart working diffuso. Il calo di presenze, secondo i calcoli di Confesercenti, tocca i 34 milioni con perdite stimate attorno ai 7 miliardi.