29/11/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Di Maio rinuncia al confronto tv con Renzi

2 min read

Il candidato premier del Movimento cinque stelle Luigi Di Maio rinuncia al confronto tv con Matteo Renzi in programma per domani sera alle 21.30 su La7. Il vicepresidente della Camera ha motivato la sua decisione, spiegando che ad oggi il segretario del Pd non rappresenta più un “competitor” nella corsa a Palazzo Chigi.

“Avevo chiesto il confronto con Renzi qualche giorno fa, quando lui era il candidato premier di quella parte politica. Il terremoto del voto in Sicilia ha completamente cambiato questa prospettiva. Mi confronterò con la persona che sarà indicata come candidato premier da quel partito o quella coalizione” queste le parole scritte da Di Maio in un lungo post su Facebook, in cui parla di morte politica del Partito Democratico e di come al contrario il Movimento 5 Stelle rappresenti oramai la prima forza politica del Paese. “A neutralizzare il Rosatellum sarà il voto dei cittadini. Possono andare contro la Costituzione, ma non contro il voto dei cittadini. Siamo l’unica vera grande forza politica del Paese” dichiara Di Maio.

Non si è fatta attendere la replica piccata di Matteo Renzi, che definisce le motivazioni del pentastellato delle scuse ridicole di chi è senza coraggio e scappa per paura di confrontarsi. “Se un leader che vuole governare l’Italia con queste sfide ha paura di uno studio televisivo, semplicemente non è un leader. A domani, alle 21.30, su La7: se Di Maio ha un sussulto di dignità lo aspettiamo in studio. Altrimenti faremo con i giornalisti”, conclude l‘ex Premier.

Nella disputa si inserisce Giorgia Meloni, leader di FdI-An, che dal Comitato elettorale di Nello Musumeci a Catania, si propone per il confronto tv di domani ” Trovo molto divertente che per domani era previsto un confronto tra M5stelle e Partito democratico per commentare la vittoria del centrodestra. Visto che Di Maio dice che vuol confrontarsi con chi vince, gli propongono di confrontarmi io domani con lui”.