10/12/2022

ART News

Agenzia Stampa per emittenti radiofoniche

Dybala, la fidanzata precisa: “Non è positivo, aspettiamo gli esiti”

2 min read

Dybala attende gli esiti degli ultimi controlli medici, intanto la fidanzata precisa in merito al suo stato di salute dichiarando che il giocatore non è positivo

Dybala attende gli esiti degli ultimi controlli medici, intanto la fidanzata precisa in merito al suo stato di salute dichiarando che il giocatore non è positivo ma starebbe aspettando gli esiti degli ultimi esami, dichiarandosi non a conoscenza di come possa essere uscita questa notizia.

IN ATTESA DEGLI ESITI- Paulo Dybala non è nuovamente positivo, deve soltanto aspettare. Ha da fare gli ultimi test e vedere quale sarà il responso”. A parlare è Oriana Sabatini, la compagna del giocatore , intervenuta sulla questione Coronavirus, come riportato da Sportmediaset, dopo che ieri un canale tv spagnolo aveva sostenuto che il giocatore era positivo dopo il quarto test, come sotto riportato.

PRECISAZIONE IMPORTANTE- “Ovviamente non sappiamo da dove sono arrivate le notizie, da noi non sono uscite e così come abbiamo raccontato la nostra positivita’, con calma diremo la nostra negatività”. Così ha dichiarato Oriana Sabatini ai microfoni dell’emittente argentina Canal 9.

LA NOTIZIA DEL 29 APRILE- Dybala positivo anche al quarto tampone, non finisce più l’incubo del giocatore bianconero, ancora alle prese con la lotta al covid da oltre un mese anche se asintomatico. Dunque, secondo quanto riportato da Sportmediaset, nessun sintomo, ma un percorso, lungo per il centrocampista della Juventus contro il covid-19, mentre con i compagni attende di sapere con certezza quando saranno ripresi gli allenamenti. La malattia glie era stata diagnosticata inizialmente  il 21 marzo scorso, insieme a lui la fidanzata Oriana Sabatini.

ALLENAMENTO E COMPAGNIA- Quaranta giorni che il giocatore ha passato in compagnia della sua fidanzata e da un po’ ha anche ripreso ad allenarsi, come ha mostrato sui social. Come riporta invece Sky Sport, l’argentino è comunque è molto sereno, in questo, la testimonianza social assume una valenza fondamentale, in attesa del prossimo test. Anche Rugani ha dovuto aspettare 35 giorni per tornare negativo, Matuidi qualche giorno in meno.

Autore