2 Ottobre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

“Earth Hour”: torna oggi l’evento di sensibilizzazione sulla crisi climatica. Luci spente per un’ora alle 20:30

3 min read

Torna oggi, 28 marzo alle 20.30 (ora italiana) “Earth Hour”, l’evento globale del Wwf per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla crisi climatica e il riscaldamento globale.

Per un’ora si spegneranno i principali monumenti del mondo e i cittadini sono invitati a fare lo stesso, spegnendo la luce della propria abitazione. Sebbene siano bandite le partecipazioni di piazza a causa dell’emergenza coronavirus, si potrà ugualmente partecipare all’iniziativa del WWF via social postando il video della propria giornata per il clima con gli hashtag #EarthHour #UnOraPerItalia.

L’illuminazione della facciata esterna del palazzo del Quirinale si spegnerà dalle ore 20,30 alle ore 21,30. Lo stesso accadrà al Palazzo della Consulta (Corte Costituzionale) e a Montecitorio (Camera dei Deputati) mentre il Senato e la Presidenza del Consiglio dei ministri, “pur aderendo simbolicamente all’iniziativa, conserveranno l’illuminazione tricolore delle facciate di Palazzo Madama e di Palazzo Chigi quale atto simbolico di unità nazionale e di partecipazione collettiva al grave momento di emergenza legata al Coronavirus COVID-19”.

A “Earth Hour 2020” è stata conferita la Medaglia del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, come riconoscimento per il valore della manifestazione. Prima che scoppiasse l’emergenza Coronavirus, oltre 90 comuni in Italia avevano risposto all’invito del WWF.

Alle 20.30 si spegneranno le luci del Colosseo, di piazza San Pietro, delle due torri di Bologna, del Duomo, dell’abbazia di San Miniato al Monte e di Palazzo Vecchio a Firenze. Un gesto di altissimo valore simbolico, considerato il momento drammatico che la città sta vivendo in questi giorni, arriva dal Comune di Bergamo che spegnerà virtualmente l’illuminazione delle Mura Veneziane.

Per tutto il giorno alle finestre sul “buio momentaneo” si alterneranno contributi musicali di artisti e musicisti italiani che interpreteranno brani ispirati alla natura.

Alla “staffetta” musicale parteciperanno tra gli altri:  Giovanni Caccamo, Manuel Aspidi, Danilo Rea e Oona Rea, la Stradabanda della Scuola Popolare di Testaccio di Roma e Fanfaroma della scuola Controchiave. Grazie al supporto dell’Agenzia Wannabe Management si esibiranno in streaming anche anche Paola Iezzi, Nicola Zucchi (Dj e Producer), Syria, Lo Stato Sociale, The Bluebeaters, Michele Merlo, Filippo Graziani, Valentina Georgia Pegorer ( DJ ),Viito e Marianne Mirage. A questi si uniranno anche contributi di giovani artisti emergenti che sono invitati a pubblicare un proprio contributo usando gli hashtag della giornata #EarthHour #UnOraPerItalia e taggando i profili social del WWF Italia (Instagram: @wwfitalia, Facebook: @wwfitalia e Twitter: @WWFItalia).

Nel mondo sono confermati gli spegnimenti di circa 100 luoghi iconici, tra cui la Torre Eiffel, il Colosseo, piazza San Pietro e la Porta di Brandeburgo. Come ogni anno la prima città a celebrare Earth Hour sarà Sidney, con lo spegnimento dell’Opera House e di altri edifici. Seguiranno gli spegnimenti in Bhutan, Colombia, Germania, Grecia, Francia, Malesia, Italia, ma anche a Hong Kong, Singapore e Taiwan.

 

Inoltre sulla pagina web del Wwf e sui canali digitali dell’associazione sono proposti ‘EcoTips’, per aiutare i bambini e non solo, a trascorrere in modo più interessante le giornate a casa divertendosi ed imparando nuove cose sui cambiamenti climatici e sulla sostenibilità. Si potrà fare un esperimento per scoprire come si “produce” l’effetto serra o scoprire facili ma importanti consigli per risparmiare energia, per invogliare alla manualità, ci saranno le indicazioni per costruire un originale forno solare e degli origami sulle specie simbolo del cambiamento climatico, orso polare e pinguino.