F1, Abu Dhabi: ancora pole di Hamilton. Rosberg in prima fila

Un altro capolavoro di Lewis Hamilton, questa volta nel GP di Abu Dhabi. Il pilota della Mercedes conquista con 1’38″755 la quarta pole position consecutiva, la numero 61 in carriera. Nico Rosberg  è più lento di tre decimi, ma guadagna un’importantissima seconda piazza. Dietro, molto staccati, ci sono Daniel  Ricciardo e Kimi  Raikkonen  separati da soli quindici millesimi. Più deludenti le prestazioni di Sebastian  Vettel (5°) e Max  Verstappen  (6°). Quarta fila per le due Force India di  Hulkenberg  e  Perez.

L’inglese Hamilton continua dunque il suo momento magico e si appresta a dominare l’ennesimo weekend. Nonostante i 12 punti da recuperare ci proverà fino alla fine. Per  Rosberg  invece questo secondo posto vale metà Mondiale, perché in caso di vittoria di Hamilton gli basterà un podio, domani, per diventare campione. Il tedesco dovrà comunque correre una gara senza sbavature perché alle sue spalle scatteranno la Red Bull del solito combattivo Daniel Ricciardo e la Ferrari di Kimi Raikkonen, due che su questa pista è bene non lasciare davanti perché passare non è per niente facile. Ma Nico davvero a tre quarti dell’opera e domani, nonostante il verdetto sia ancora tutto da scrivere, può realizzare il sogno della vita.

“Mi mancano quattro pole position per prendere Ayrton Senna: finora, è stato un fine settimana grandioso” è il commento di Lewis Hamilton dopo la pole position. “È stato un privilegio guidare una macchina così – sottolinea il britannico campione del mondo – Spero di riaverne una così anche in futuro. Oggi abbiamo fatto un lavoro incredibile e ringrazio tutti in fabbrica: senza di loro non avrei mai potuto fare 61 pole”.
Da parte sua, il compagno-rivale Nico Rosberg si mostra deluso per l’esito delle qualifiche. “Non sono al settimo cielo – ammette il leader del Mondiale – Volevo la pole, ma Lewis è stato fantastico. Ho delle opportunità domani e cercherò di puntare alla vittoria”.

News Correlate