18/10/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

F1, in Ungheria sarà Hamilton il primo della fila: Ferrari male ma non malissimo

2 min read

Lewis Hamilton sotto la pioggia non ha rivali e nel GP d’Ungheria partirà davanti a tutti, molto probabilmente grazie proprio alle avverse condizioni climatiche. Il britannico della Mercedes ha chiuso il Q3 in 1’35”658, tenendosi alle spalle Bottas (+ 0”260) e la Ferrari di Raikkonen (+ 0”528). Solo quarto Sebastian Vettel, il più in difficoltà dei quattro sotto il gran diluvio di Budapest. Delusione in casa Red Bull, con Verstappen capace di chiudere solo in settima posizione. Ricciardo è invece dodicesimo. E ancora una volta siamo qui a commentare la seconda fila delle Ferrari, incapaci di portare dalla propria parte le pessime condizioni climatiche, al contrario di quanto fatto da Hamilton, abile soprattutto nella scelta delle gomme. La posizione delle rosse rimane comunque buona, niente a che vedere con le prestazioni di Seb su pista asciutta, durante le libere. Per domenica, comunque, non è prevista pioggia e le Rosse saranno pronte a dare battaglia ai rivali puntando tutto sul grande passo dimostrato nelle libere del venerdì.

DELUSIONE RED BULL-  Verstappen fatica molto nel Q3, chiudendo addirittura alle spalle della Renault di Sainz e della Toro Rosso di Gasly (che prenderanno il via dalla terza fila). L’olandese, per altro, è stato anche convocato dagli steward per rispondere di un impedimento ai danni di Grosjean. Altra giornata da dimenticare per Daniel Ricciardo: l’australiano non ha superato il taglio del Q2 sotto il diluvio e sarà costretto a partire dalla dodicesima posizione. Un’altra gara in salita dopo quella di Hockenheim, per altro conclusasi con un ritiro.

Ottavo tempo per un ottimo Hartley con l’altra Toro Rosso (miglior qualifica dell’anno per il neozelandese), con le Haas di Magnussen e Grosjean alle sue spalle. Sabato da dimenticare invece per le Force India, proprio all’indomani della decisione dell’Arta Corte di Londra che ha messo il team in amministrazione controllata per problemi di debiti. Ocon e Perez si sono fatti sorprendere dal caos metereologico del Q1 e non hanno superato il taglio: partiranno rispettivamente 18° e 19°, subito dietro la Sauber-Alfa Romeo di Leclerc.