Fær Øer: pronte per ospitare l’eclissi totale di sole

Eclissi totale di sole

Quello che accadrà tra poco meno di 60 giorni è l’evento astronomico più atteso dell’anno. E’ previsto per il 20 marzo e sarà visibile solo per 2 minuti e 47 secondi. Si tratta dell’eclissi totale di sole ed avrà luogo nell’Artico di preciso nelle Isole Faroe (Fær Øer) che, per la straordinaria occasione, stanno organizzando una grande varietà di eventi.

Le isole già affascinanti per i luoghi selvaggi e i paradisi della natura, in quel giorno subiranno un improvviso calo della temperatura, un cambiamento di colore del cielo e gli animali si comporteranno in modo particolare. Tutto questo preannuncerà il fenomeno breve ma intenso e spettacolare.

Vedere una eclissi solare totale è un’emozione rara: la luna si allinea perfettamente sia con il sole sia con la Terra, così dal nostro punto di vista il sole viene completamente coperto e per pochi minuti viviamo la completa oscurità. Per non perdere questa rarità conviene organizzarsi già da ora. L’eclissi, infatti, sarà totale solamente se osservata dall’Artico, ma dall’Italia il sole sarà comunque coperto al 60%.

Chi decidesse di affrontare questo viaggio non ha da temere il freddo. Le Faroe sono 18 isole montagnose immerse nel nord dell’Atlantico e hanno un clima mitigato dalla corrente del Golfo quindi le temperature, in inverno, si aggirano intorno ai 3 °C.

eclissi

Una volta vista l’eclissi non lasciatevi sfuggire la possibilità di visitare la capitale Tórshavn e una volta lì dirigetevi verso la sua parte vecchia dove potrete visitare le caratteristiche casette colorate costruite in legno e con i tetti d’erba. Nel sito storico più antico e importante delle isole (Kirkjubøur), troverete la piccola chiesa medievale di St. Olav, le rovine della cattedrale dedicata a Magnus e una pittoresca fattoria del XI secolo che rappresenta il più vecchio edificio in legno ancora abitato al mondo.

E poi ancora concerti, spettacoli e mostre temporanee di pittura. Interessanti anche le vecchie fattorie con il tetto d’erba trasformate in musei che raccontano la vita faroese:  il museo di Dúvugarður nel pittoresco villaggio di Saksun, il museo Roykstovan a Kirkjubour o persino interi villaggi-museo all’aperto, come il vecchio villaggio di Blásastova a Gøta.

“Il mondo non è perfetto.
Scegliere come vederlo è l’unico vero potere che abbiamo”

Torey L. Hayden

 

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate

Lascia un Commento