27 Gennaio 2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Ferrari, pronta la nuova fuoriserie J50. Quasi 700 cavalli di passione

2 min read

In Giappone, in occasione del National Art Center di Tokyo, la Ferrari ha ufficializzato la J50, ultima fuoriserie del cavallino. Due posti e null’altro, sarà una roadster con motore centrale, e avrà il tetto asportabile, tipico dei modelli anni settanta e ottanta. Concepita direttamente a Maranello, verrà prodotta in soli 10 esemplari, personalizzata secondo le richieste del cliente a livello di colori e finiture, così da mantenere una tradizione consolidata negli anni. Il modello in questione prende spunto dall’attuale 488 spider e sarà equipaggiato con motore v8 da 3,9 litri da 690 cavalli.

La carrozzeria si contraddistingue per le linee futuristiche. L’obiettivo dei designer era quello di creare un’auto molto ribassata, che incarnasse i valori di leggerezza e agilità tipici del marchio. Per raggiungere questo obiettivo, una forte dinamicità è stata impressa al fianco della vettura, nata dall’interazione tra le due principali direttrici: il bordo inclinato superiore del finestrino, in continuità con il filo parabrezza, e la linea di fuga nera inclinata che, dalla parte inferiore del muso, corre lungo le portiere fino a perdersi nelle prese aria laterali.

L’effetto visiera, generato dalle superfici vetrate, ricorda le Barchette Ferrari da competizione del passato mentre la linea di demarcazione nera è una nuova interpretazione di un ricorrente segno stilistico utilizzato su vetture iconiche come la GTO, la F40 e la F50. La J50 si avvale anche di uno studio per l’aerodinamica molto dettagliato e mirato: realizzare soluzioni specifiche a supporto dello stile. In primo luogo i radiatori anteriori sono stati riposizionati più vicini fra di loro per consentire un disegno totalmente inedito del paraurti anteriore. Il risultato ha prodotto una sezione del cofano bassa al centro e con la sommità dei passaruota in rilievo a enfatizzare la muscolosità tipica delle sportive Ferrari con motore posteriore centrale.

Il v8 è visibile attraverso una cover trasparente che fornisce un’estensione visiva. Un’ala trasversale unisce i due elementi, rivisitando di fatto una delle caratteristiche peculiari delle Ferrari Sport prototipo degli anni sessanta. Decisamente originale il posteriore con il design dei quattro gruppi ottici sovrastato da un profilo alare ad alto carico aerodinamico, che allarga visivamente il corpo vettura.

All’interno dell’abitacolo, specifiche finiture adornano i sedili sportivi, facendo eco al design del profilo del cofano posteriore. La J50 svelata a Tokyo si caratterizza per il colore rosso e gli interni rosso/nero rivestiti in pelle e Alcantara.