21 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Fiorentina, squadra affidata a Vincenzo Montella: primo allenamento e poi contratto

2 min read

 

Si attende ormai solo l’ufficialità  per il ritorno di Vincenzo Montella alla Fiorentina. Come riportato da Alfredo Pedullà, rimane solo l’attesa del nero su bianco del nuovo contratto in viola: “Pochi minuti fa gli accordi definitivi per il ritorno di Vincenzo Montella sulla panchina della Fiorentina. L’impegno contrattuale scadrà il 30 giugno 2021, a conferma che le due parti si sono impegnate per un rapporto ancora più lungo e per un ciclo da riaprire dopo le soddisfazioni di diversi anni fa”. 

MONTELLA- «Se non fossi felice, non sarei qui. Comunque parleremo dopo». Queste le prime parole di Vincenzo Montella al suo arrivo a Firenze oggi, inizia così la sua nuova avventura alla guida della Fiorentina, la seconda della sua carriera dopo l’esperienza vissuta dal 2012 al 2015. L’ex tecnico di Milan e Siviglia è arrivato accompagnato dal fratello e dal suo procuratore Alessandro Lucci. Il programma prevede il primo allenamento nel pomeriggio di oggi, al posto di Stefano Pioli che si è dimesso ieri, lasciandosi alle spalle un duro contrasto con la società.

PIOLI DIMISSIONARIO- Intanto Stefano Pioli non è più il tecnico della Fiorentina, si è infatti dimesso dalla guida della squadra dopo i recenti risultati negativi, l’ultimo la sconfitta casalinga con il Frosinone. La dura presa di posizione da parte club nei suoi confronti avrebbe avuto un ruolo determinante mentre ora la squadra, come detto, passerà ufficialmente a Montella prima della firma del contratto.

DUE ANNI INTENSI- Pioli aveva cominciato la sua avventura come tecnico della Fiorentina nel 2017, sostituendo Paulo Sousa. Dopo quasi due anni, a Firenze l’era Pioli termina in questo modo, malamente se vogliamo, ed anche un po’ a sorpresa. Il tecnico avrebbe scelto dunque di lasciare il club di volontà propria , anticipando i tempi di una decisione presa ormai da qualche tempo e sostanzialmente “pianificata” insieme al club. Nonostante altre sette giornate di campionato da giocare e una semifinale di ritorno di Coppa Italia ancora da disputare, Pioli ha preferito lasciare subito, considerando già chiusa la sua avventura sulla panchina della Fiorentina.