Fisco: tempi duri per gli evasori

Nasce l’Archivio dei Rapporti, la super banca dati che sarà alimentata dalle informazioni dei rapporti finanziari dei contribuenti italiani. Banche, Poste, Assicurazioni, Sim e tutti gli intermediari finanziari saranno chiamati ad alimentarla con dati aggiornati.

Entro il 28 febbraio dovranno essere comunicati i dati 2013, entro il 29 maggio quelli del 2014. Poi, a partire dal 2016, dovranno arrivare le informazioni relative all’anno precedente, da consegnare entro il 15 febbraio.

Il Fisco controllerà tutto: dai conti correnti ai depositi, ma anche contratti derivati, fondi pensioni, ricariche telefoniche, carte di credito e acquisti di oro e preziosi. Il sistema sarà comunque è blindato per garantire la la sicurezza e privacy dei cittadini.

Le “liste selettive” saranno create dal Fisco grazie all’invio di un codice identificativo del rapporto, il saldo di inizio e fine anno e l’importo totale dei movimenti attivi e passivi che saranno inviati dagli intermediari. Grazie a questo sistema sarà anche più semplice effettuare con maggiore velocità i controlli fiscali risalendo alle “posizioni” finanziarie per i singoli contribuenti.

Al momento, le comunicazioni, mensili e annuali, viaggiano su un doppio binario: mensilmente tramite Entratel e Fisconline, annualmente tramite Sid (il nuovo Sistema di interscambio dati). Dal 21016 tutto viaggerà tramite Sid.

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate

Lascia un Commento