25 Gennaio 2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Giovani morti a Terni. Lo spacciatore ammette: venduto metadone per 15 euro

2 min read

Non era la prima volta che vendeva metadone ai due ragazzi. L’ultima dose, però, è stata loro fatale. Aldo Maria Romboli, 41 anni, ha ammesso davanti al gip di aver ceduto una mezza boccetta di metadone diluita con acqua per 15 euro ai due giovani di 15 e 16 anni trovati morti in casa a Terni lunedì. L’uomo, che è stato fermato con l’accusa di morte come conseguenza di altro delitto, già ieri aveva dichiarato di “aver venduto loro” la sostanza. “La stessa che gli viene fornita presso il Sert, essendo seguito come tossicodipendente”, come aveva sottolineato il suo legale.

Secondo la ricostruzione fornita da Romboli durante l’interrogatorio, che si è svolto nel carcere di Terni, i due ragazzi hanno quindi assunto insieme il metadone. Lo hanno fatto in un parco vicino a casa di uno dei due. In base a quanto sta emergendo dalle indagini, e confermato dallo stesso pusher, non è stata la prima volta che l’uomo cedeva metadone ai ragazzi. Ora, si attendono i risultati dei test tossicologici e dell’autopsia sui due minori di 15 e 16 anni.

L’interrogatorio davanti al gip è durato circa un’ora. La procura di Terni ha chiesto la convalida del fermo mentre il difensore di Romboli, l’avvocato Massimo Carignani, non ha avanzato alcuna istanza. Il suo assistito – ha riferito il legale all’AdnKronos – è “profondamente provato e fortemente depresso per quanto accaduto” e lo ha notato anche il giudice. “Ha sostanzialmente confermato quanto detto durante l’interrogatorio sostenuto in sede di indagini davanti ai carabinieri di Terni, – ha proseguito l’ avvocato – ammettendo quindi di aver ceduto il metadone per 15 euro ai due ragazzi morti poi nel sonno. Le sue dichiarazioni davanti al giudice non sono cambiate”. “Mi aspetto la convalida tra stasera o al massimo domani mattina – ha detto ancora Carignani – al momento non ho presentato alcuna istanza, alcuna richiesta di misure alternative. Siamo in attesa dei risultati dei test tossicologici e dell’autopsia sulla salme dei ragazzi che dovrebbe essere effettuata domani”.