11/04/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Golden Globe 2021: Laura Pausini trionfa con Io sì. Nomadland miglior film

2 min read

Una canzone tutta italiana vince il Golden Globe. E lo fa grazie a Laura PausiniIo Sì da La vita davanti a sé di Edoardo Ponti, con protagonista Sophia Loren, è la migliore canzone originale del 2020. L’annuncio è stato dato nel corso della cerimonia di premiazione della Hollywood Foreign Press. Il brano è frutto della collaborazione tra la cantante romagnola, Diane Warren e Nicolò Agliardi.

“Sono così orgogliosa, ho la pelle d’oca. Grazie mille” dice Laura Pausini in italiano, collegata da casa con la Nbc, seduta al suo pianoforte a coda bianco, ricordando Edoardo Ponti, Sophia Loren e Diane WarrenPoi il post sui social. “Non ho mai sognato di vincere un Golden Globe, non ci posso credereTutta la mia gratitudine e il rispetto per la meravigliosa Sophia Loren –  scrive la cantante su Instagram – è stato un onore dare voce al tuo personaggio, per trasmettere un messaggio così importante, di accoglienza e unità. Dedico questo premio a tutti coloro che vogliono e meritano di essere visti. A quella ragazzina che 28 anni fa vinse Sanremo e non si sarebbe mai aspettata di arrivare così lontano. All’Italia, alla mia famiglia, a tutti coloro che hanno scelto me e la mia musica e mi hanno reso quello che sono oggi. E alla mia bellissima figlia, che da oggi vorrei ricordare la gioia nei miei occhi, sperando che cresca e continui sempre a credere nei suoi sogni”. Laura Pausini aveva detto che già la nomination agli Oscar sarebbe stata un bellissimo riconoscimento, quella candidatura adesso è un po’ più vicina.

Gli altri premi. Il film che trionfa è Nomadland. Un  momento storico per la migliore pellicola drammatica che consegna a Chloé Zhao il premio come miglior regista. E’ solo la seconda donna nella storia del premio 37 anni dopo Barbra Streisand che ha subito twittato “era ora”.

Borat Subsequent Movie Film
 è invece il miglior film comico dell’anno. Minari il miglior film straniero. Jodie Foster è la miglior attrice non protagonista per The Mauritanian. A Chadwick Boseman va il premio postumo per il miglior attore drammatico in Ma Rainey’s Black Bottom.

Per le serie TV, trionfa The Crown (con 4 premi, tra cui miglior serie drama e migliore attore e attrice protagonisti) mentre Schitt’s Creek è premiata come migliore serie comedy. Mark Ruffalo e Anya Taylor-Joy sono miglior attore e attrice protagonisti.

Tags: Golden Globe, trionfo, Italia, Laura Pausini, miglior canzone originale, Io sì, La vita davanti a sé, Edoardo Ponti, Nomadland, film, cinema