22 Ottobre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Google e le lenti a contatto per diabetici

2 min read

Soffrite di diabete e non ne potete più di fare continui prelievi del sangue per monitorare il livello della vostra glicemia? State tranquilli, a breve sarà possibile farlo analizzando semplicemente le vostre lacrime!

Questa è l’ultima trovata di Google, il laboratorio legato al colosso americano dei motori di ricerca. È stato infatti annunciato il lancio di un prototipo di lenti a contatto smart, in grado di monitorare i livelli di glucosio nel sangue.

Le lenti a contatto di Google sono realizzate in idrogel siliconici e si auto idratano con il liquido delle lacrime ma sono dotate anche di un terzo strato con sensori e led, che misurano il livello di glucosio, elevato o troppo basso.

Tale scoperta, che sarebbe una vera e propria rivoluzione per le persone diabetiche, era già stata parzialmente anticipata dalla Microsoft, in un progetto sviluppato con l’Università del Michigan ma pare che Google sia riuscita a “soffiare” alla rivale lo scienziato che si occupava di questa ricerca, il ricercatore Babak Parviz, che è co-fondatore del progetto assieme al collega Brian Otis.

Quest’ultimo ha dichiarato:Stiamo testando delle lenti a contatto intelligenti che misurano i livelli di glucosio presenti nelle lacrime tramite un minuscolo chip wireless, e un mini sensore del glucosio“.

Il prototipo, che assomiglia in tutto e per tutto alle lenti a contatto tradizionali, conterrà due diodi elettroluminescenti delle dimensioni di un granello di sabbia, collegate a decine di migliaia di minuscoli transistor.

Le nuove lenti saranno cerchiate da una microscopica antenna dello spessore di un capello, che servirà a trasmettere i dati del test a un computer. Immaginate la comodità…Potrete monitorare tutto da casa, seduti alla scrivania, col vostro pc!

Da tempo gli scienziati avevano capito che il livello del glucosio poteva essere monitorato anche attraverso le lacrime ma non sapevevano come raccoglierle per effettuare facilmente il test,da qui l’idea delle lenti a contatto.

Questo è solo uno degli ultimi progetti in cui Google si sta impegnando nel campo delle tecnologie applicate. (Vedi anche i Google glass)

La richiesta alla Food and Drug Administration degli Stati Uniti per commercializzare il progetto è stata avanzata…Non resta che aspettare….

Marzia Lucarini

Email: m.lucarini@art-news.it

Lascia un commento