Hacker sfruttano ebola via e-mail

Da emergenza mondiale, a pericolosa minaccia anche per i nostri pc e dati personali.

Il virus dell’ebola viene sfruttato da diversi hacker, che approfittando dell’allarme mondiale sul virus, sfruttano il sistema delle false e-mail spacciandosi per l’Oms, contenenti un malware accedendo così ai dati degli utenti che cascano nel tranello.

Sono stati i ricercatori di Kaspersky e la società di sicurezza informatica Eset a scoprire il raggiro informatico, indicando quale tipologia di e-mail che viene solitamente inviata.

Le mail hanno un oggetto dal tono allarmistico che danno consigli sulla sicurezza sanitaria, oppure invitano i destinatari a partecipare ad una conferenza sull’ebola come rappresentante dell’Oms per un compenso annuo di 350mila euro, o ancora fingendosi una vecchia signora liberiana in affetta dal virus che vuole trasferire 1,5milioni di dollari al destinatario per poi girarle alle associazioni umanitarie.

Occhio alla posta elettronica!

News Correlate

Lascia un Commento