Hotel Rigopiano: 11 i sopravvissuti, cinque morti recuperati e 23 dispersi

Si continua disperatamente a cercare sotto le macerie dell’Hotel Rigopiano, sul Gran Sasso pescarese, nonostante le condizioni proibitive per i soccorritori. Le ultime persone estratte vive sono quelle recuperate nella notte tra venerdì e ieri: si tratta di due donne e uomini. Secondo l’ultimo bilancio sono 11 i sopravvissuti, cinque corpi senza vita recuperati e 23 dispersi segnalati

Ieri però l’hotel ha restituito solo morti: ai primi due corpi recuperati, quello del maitre dell’albergo e di un cameriere, si sono aggiunti quelli di Nadia Acconciamessa e Sebastiano Di Carlo, genitori del piccolo Edoardo, che si è salvato ed è dunque rimasto orfano, e Barbara Nobilio, che era in vacanza con il marito, di cui non si hanno ancora notizie.

Le speranze di trovare ancora vivo qualche disperso si affievoliscono. I soccorritori, a 1.200 metri d’altezza, stanno lavorando in condizioni estreme: la pioggia mista a neve ha reso ancora più pesante l’ammasso che ha sommerso l’hotel ed il rischio valanghe è salito a 4 su una scala di cinque. 

News Correlate