25 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Il Garante della privacy: ‘Foto dei figli sui social, è allarme pedopornografia’

1 min read

Secondo recenti ricerche, “la pedopornografia in rete e, particolarmente nel dark web, sarebbe in crescita vertiginosa: nel 2016 due milioni le immagini censite, quasi il doppio rispetto all’anno precedente”. A lanciare l’allarme è il Garante privacy, Antonello Soro, nella Relazione annuale al Parlamento.

Secondo Soro la tutela della privacy è vista anche come strumento “indispensabile” nella lotta al terrorismo. Dopo l’11/9 il rapporto tra libertà e sicurezza è cambiato, ma i fatti hanno dimostrato “come di fronte alle nuove minacce, la privacy sia non solo possibile, ma addirittura indispensabile per rendere le attività di contrasto più risolutive, perché meno massive e quindi orientate su più congrui bersagli. Per far sì che nella lotta al terrorismo siamo più efficaci, non meno liberi”.

E ancora: “Un numero esiguo di aziende, i monopolisti del web, possiede un patrimonio di conoscenza gigantesco” e dispone “di tutti i mezzi per indirizzare la propria influenza verso ciascuno di noi, con la conseguenza che un numero sempre più grande di persone – tendenzialmente l’umanità intera – potrà subire condizionamenti decisivi”.

Su internet “la violenza non conosce limiti” e la pedopornografia “viene inconsapevolmente aiutata” dai genitori che postano le foto dei figli sui social.