“Il rimorso” di kaligola è in radio e sul web -Il video e l’intervista

Kaligola, il giovane rapper romano, che ha vinto il premio “Sergio Bardotti” per il miglior testo in gara al Festival di Sanremo 2015 torna  in radio con  il nuovo singolo “Il rimorso” un brano scritto dallo stesso Kaligola e contenuto nel suo album esordio “Oltre il giardino”.

 Oltre il giardino_cover Album

Potremmo definirlo un momento d’oro quello che attualmente sta attraversano il rapper Kaligola che dopo la partecipazione al Festival di Sanremo ha aperto i live di Moreno, all’Alcatraz di Milano e all’Atlantico Live di Roma ed è entrato anche ufficialmente a far parte della Nazionale Italiana Cantanti che debutterà il 2 giugno allo Juventus Stadium di Torino per La Partita del Cuore 2015.

ART-News torna nuovamente a scambiare qualche battuta con questa giovane promessa della discografia italiana.

La radio passa il tuo nuovo singolo “Il rimorso” un brano caratterizzato da un testo forte e provocatorio, come è nato?

“ E’ nato più di un anno fa sui banchi di scuola. L’idea di partenza non era quella che poi è diventata, anzi volevo raccontare una storia un po’ onirica ma alla fine si è trasformata in un racconto di strada. E’ un testo costruito quasi come se fossero piccole scene di un film di violenza. Persone che vivono una realtà in maniera dissoluta e che all’ultimo istante provano rimorso e si rendono conto di aver sprecato la loro vita. Una sorta di riflessione profonda e durissima sulla debolezza umana e sul rimorso, che sembra sopravvivere anche dopo la fine delle proprie cattive azioni».

Affronti nuovamente delle tematiche sociali, da dove trai ispirazione per i tuoi testi?

“Vivo in un quartiere di periferia a Roma e di storie ne vedo,ne ho sentite e ne conosco anche personalmente. Quindi il contesto in cui vivo mi ha sicuramente influenzato ma in questo specifico brano lo racconto dall’esterno come fossi uno spettatore con l’unico intento di trasmettere il rimorso che si cela dietro a queste vite che compiono ripetutamente atti sbagliati”.

Qual è il brano che hai scritto che più ti rappresenta e perché?

“ Si tratta dei brani che aprono e chiudono il  mio disco. Il primo si intitola “Piacere Nessuno” e l’altro “Una ruota rotonda ruotava”  in entrambi i testi  metto un po’ a fuoco la piccola follia che c’è  in me”.

Kaligola

Alla tua età che effetto fa vedere il proprio disco in vendita nei negozi?

“Forse devo ancora abituarmi a questa idea. E’ una sensazione bellissima e di grande orgoglio vedere il mio primo lavoro in vendita nei negozi, ma quello che davvero mi lascia ancora senza fiato è sapere che qualcuno in casa propria abbia il mio disco. Forse non riesco a spiegare per davvero quello che provo immaginando tutto ciò , ma qualche mese fa non avrei mai pensato ad una cosa del genere”.

 Oltre ai testi del disco ti sei occupato anche della grafica, è stata una tua volontà?

Mi è stata data la possibilità e l’ho subito colta al volo. Fino a quel momento avevo fatto dei lavori grafici ma in maniera del tutto amatoriale e sviluppare la grafica di un intero disco è stata una cosa nuova per me ed anche abbastanza impegnativa, ma si l’ho scelto io”.

Kaligola

Com’è stato aprire il tour di Moreno?

“ Dopo il Festival di Sanremo  possiamo definirla la mia seconda esibizione vera e propria. Sicuramente è stata un’esperienza divertente perché ho avuto modo di relazionarmi di più con il pubblico, mi sono sentito  anche un po’  più libero ed avevo il controllo di quello che facevo. Non posso che ringraziare Moreno per questa opportunità concessami”.

Com’è stato ritornare sui banchi di scuola  dopo il Festival di Sanremo?

“All’inizio hanno tutti mostrato una grande curiosità nei miei riguardi e dopo un po’ tutto è tornato come prima, ma d’altronde era giusto così”.

Un artista con cui ti piacerebbe collaborare fuori dal mondo del rap?

“ Mi piacerebbe molto poter lavorare con Neffa anche se lui, in realtà, ha già fatto delle collaborazioni rap”.

Ci sono già in cantiere nuove idee per il secondo album?

“Assolutamente si, ho già abbozzato qualche testo e melodie e posso solo anticiparti che questa volta mi piacerebbe molto che il disco avesse delle sonorità non solo rap ma anche un po’ jazz”.

www.facebook.com/Kaligolaofficial?fref=ts  – https://twitter.com/KaligolaGR?lang=it

 

Carmen De Sio

c.desio@art-news.it

Twitter:CarmenDeSio

Commenta l'articolo con Facebook

News Correlate

Lascia un Commento