20/10/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

In Danimarca il Governo vieta le relazioni amorose agli ergastolani. Decisione per combattere il fenomeno Groupies

2 min read

Tempi duri per gli ergastolani in Danimarca. Già la privazione per la vita della libertà è una punizione severa, e il governo danese ha imposto un’altra stretta alla loro permanenza nella patrie galere: niente più relazioni amorose, neanche online, e niente più partecipazioni a trasmissioni televisive e radiofoniche. Il divieto è assoluto.

La legge è stata emanata per combattere il cosiddetto fenomeno ‘groupies’, ovvero persone che vogliono conoscere l’assassino di turno, facendosi raccontare il loro vissuto e con il rischio di infatuarsi, se non innamorarsi di loro. E non sono situazioni frutto di fantasia: una ragazza di 17 anni, Cammilla Kürstein, si è innamorata di Peter Madsen, l’uomo condannato per il brutale assassinio della giornalista svedese Kim Wall mentre si trovava a bordo del suo sottomarino per intervistarlo nel 2017. La diciassettenne ha ammesso di essersi invaghita del killer dopo che per due anni si erano scambiati lettere e telefonate e di essere rimasta anche molto male quando lui nel 2020 si è sposato in carcere con la 39enne russa Jenny Curpen. Non solo. Madsen ha confessato il crimine durante un’intervista in radio, ecco perchè la nuova legge vieta la partecipazione a trasmissioni radio-tv e l’accesso ai social media.

Tuona il ministro della giustizia danese. “Questo tipo di relazioni devono ovviamente essere interrotte. Criminali condannati non dovrebbero utilizzare le nostre prigioni come centri per appuntamenti o piattaforme mediatiche per vantarsi delle loro malefatte”, ha detto Nick Haekkerup, che poi ha aggiunto: “Abbiamo avuto esempi disgustosi negli ultimi anni di detenuti che hanno commesso crimini abominevoli e poi dal carcere hanno contattato giovani per ottenere la loro simpatia e attenzione”.