19/01/2022

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

In Germania lockdown per i non vaccinati. Questa la decisione di Angela Merkel

2 min read

La nuova mappa Covid del Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha evidenziato che solo in Italia ed in Spagna ci sono regioni in giallo. Il resto del continente è rosso o rosso scuro, quindi con alta probabilità di contagio. In Gran Bretagna aumentano i contagi ma scendono i ricoveri, nel nostro paese il tasso di positività si attesta al 2,47% e la Germania, sulla scia di quanto ha già fatto l’Austria, si prepara ad una misura drastica.

Lockdown per i non vaccinati, e obbligatorietà del vaccino sempre più vicina. E’ quanto è stato deciso in una riunione con la cancelliera Angela Merkel e i leader delle Regioni, a cui ha partecipato anche Olaf Scholz, prossimo cancelliere che si insedierà l’8 dicembre e che come la Merkel si è detto favorevole all’obbligo vaccinale, misura che dovrebbe arrivare a febbraio. su quest’ultima questione ancora non è detta l’ultima parola, visto che il Bundestag ancora non l’ha votata e la Merkel l’ha invitato a farlo in tempi rapidi.

Che cosa cambia in Germania. La cultura e il tempo libero a livello nazionale saranno aperti solo a coloro che sono stati vaccinati o guariti dal Covid e la stessa regola si applicherà anche per l’ingresso nei negozi non essenziali. In pratica, solo i vaccinati potranno avere accesso a ristoranti, cinema, eventi culturali, musei e negozi non essenziali. Stesso discorso varrà per eventi culturali e sportivi che in più subiranno una drastica riduzione di pubblico, che sarà ammesso al 30-50% dei posti disponibili. Tra le misure, anche la chiusura delle discoteche in quelle aree dove l’incidenza settimanale del contagio supererà i 350 su 100 mila abitanti.

Ha detto Angela Merkel: “La situazione è ancora molto grave. La quarta ondata deve essere spezzata, occorre un atto di solidarietà nazionale”. Il prossimo cancelliere Scholz ha definito le misure “corrette e necessarie” e ha lanciato un nuovo appello a vaccinarsi: 30 milioni di dosi entro la fine dell’anno, questa la nuova sfida lanciata ai cittadini ancora indecisi.