24/07/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

Incidente Lago di Garda, autopsia per le due giovani vittime. Test tossicologico per i turisti accusati di omicidio

1 min read

Proseguono le indagini relative all’incidente avvenuto nelle acque del lago di Garda, a Salò, nella notte tra sabato e domenica costato la vita a un ragazzo di 37 anni e una giovane di 25. E mentre si cerca di ricostruire la dinamica dello schianto che ha ucciso Umberto Garzarella e Greta Nedrotti, la Procura di Brescia ha disposto l’autopsia sui corpi dei due giovani, travolti da un motoscafo mentre erano in barca.

Il corpo dell’uomo è stato ritrovato sulla barca, mentre quello della donna è stato rivenuto nel tardo pomeriggio di ieri dopo una giornata di ricerche. Secondo gli investigatori, i turisti erano a bordo del motoscafo che ha urtato l’imbarcazione con a bordo le due vittime, come testimoniano i residui del legno ritrovati sul motoscafo noleggiato dai tedeschi. Il 37enne è morto sul colpo, mentre sono ancora da individuare le ragioni della morte di lei, ritrovata con le gambe parzialmente amputate per la violenza dell’urto. I suoi abiti ritrovati sulla barca, proprio accanto al corpo senza vita di Garzella.

I due turisti tedeschi di 52 anni che erano alla guida del motoscafo Riva di loro proprietà sono indagati per duplice omicidio colposo e omissione di soccorso. Dopo aver speronato l’imbarcazione, si sarebbero dati alla fuga. Per ora sono a piede libero, ma a disposizione dell’autorità giudiziaria e non potranno quindi al momento rientrare in Germania: gli inquirenti stanno aspettando sempre in giornata gli esiti del loro alcol test.