Istanbul, preso il killer della strage di Capodanno in discoteca

Dopo 16 giorni di fuga il killer della strage di Capodanno nightclub Reina a Istanbul è stato arrestato. Si tratta dell’uzbeko Abdulkadir Masharipov. Il terrorista è stato arrestato nel quartiere Esenyurt della capitale turca. Con lui c’era anche il figlio di 4 anni.

L’uzbeko di 28 anni, ha fatto resistenza all’arresto ma poi, secondo quanto riporta Ntv, è stato portato via in manette dagli agenti. Al momento non è chiaro se ci sia stato anche uno scontro a fuoco ma la prima immagine del killer diffusa dopo l’arresto lo mostra con diverse ferite ed ecchimosi al volto e macchie di sangue sulla maglietta.

masharipov
Insieme a Masharipov sono state arrestate dall’antiterrorismo turco altre cinque persone. I sospetti si trovavano nella stessa abitazione dell’attentatore, il quale si sarebbe nascosto lì tre giorni fa. La casa, ritenuta un covo dell’Isis, apparterrebbe a un amico del killer originario del Kirghizistan, anch’egli finito in manette. Secondo la Cnn Turk, gli arrestati sono presunti affiliati all’Isis con passaporti di Kirghizistan, Somalia, Egitto e Senegal. Le forze del’ordine, intanto, stanno cercando altri possibili complici e fiancheggiatori.

Il 28enne sarebbe membro di una cellula asiatica dell’Isis e godrebbe di appoggi a Konya, nell’Anatolia centrale, da parte di un gruppo di uzbeki legati allo Stato islamico.

News Correlate