Italrugby: gli All Blacks ci fanno neri

Niente miracolo, neanche davanti ai 60mila accorsi all’Olimpico per il grande evento. La nuova Italia di Conor O’Shea crolla sotto i colpi dei fortissimi All Blacks.  Troppo forti i campioni della Nuova Zelanda che dopo la sconfitta contro l’Irlanda riprende la sua striscia vincente.

1964021-41275916-640-360

Finisce 10-68 con gli azzurri che restano a contatto per pochi minuti, il calcio da tre punti di Canna illude, prima che la marea nera invada la metà campo del quindici di O’Shea che incassa una severa lezione.

Una prestazione quella degli azzurri, non eccezionale, ma che ha messo in mostra indicazioni molto incoraggianti in vista delle prossime sfide, quando probabilmente i nostri ragazzi se la potranno giocare con più chance. Lo strapotere neozelandese si respira subito tanto che il primo tempo si chiude con 5 mete nere e un piazzato di Canna, con gli All Blacks in meta dopo appena 4′ con Fekitoa sugli sviluppi di una mischia a 8 metri dalla linea di meta: azzurri posizionati non benissimo e il centro neozelandese va a segno. Gli azzurri invece devono registrare subito la prima perdita, quella di A Ghiraldini per un infortunio alla caviglia sinistra. Per il momento finisce qui, ma l’appuntamento con il tifo è solo rimandato  a Firenze sabato prossimo con il Sudafrica.

News Correlate