30 Settembre 2020

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

LʼAntitrust multa Apple e Samsung

2 min read

Il Garante italiano dei consumatori ha multato Apple per 10 milioni di euro e Samsung per 5 milioni questo perchè le due compagnie hanno imposto agli utenti aggiornamenti ai software che hanno rallentato o compromesso il funzionamento degli smartphone. Per Cupertino una sanzione doppia anche per non avere correttamente comunicato ai consumatori la deteriorabilità delle proprie pile al litio. Si tratta della prima condanna al mondo della obsolescenza programmata.

In particolare: Samsung è stata giudicata colpevole di avere “insistentemente proposto, dal maggio 2016, ai consumatori che avevano acquistato un Note 4 (immesso sul mercato nel settembre 2014) di procedere ad installare il nuovo firmware di Android denominato Marshmallow predisposto per il nuovo modello di telefono Note 7, senza informare dei gravi malfunzionamenti dovuti alle maggiori sollecitazioni dell’hardware e richiedendo, per le riparazioni fuori garanzia connesse a tali malfunzionamenti, un elevato costo di riparazione”.

Quanto a Apple, invece, l’AGCM sostiene che avrebbe “insistentemente proposto, dal settembre 2016, ai possessori di vari modelli di iPhone 6 (6/6Plus e 6s/6sPlus rispettivamente immessi sul mercato nell’autunno del 2014 e 2015), di installare il nuovo sistema operativo iOS 10 sviluppato per il nuovo iPhone7, senza informare delle maggiori richieste di energia del nuovo sistema operativo e dei possibili inconvenienti – quali spegnimenti improvvisi – che tale installazione avrebbe potuto comportare. Per limitare tali problematiche, Apple ha rilasciato, nel febbraio 2017, un nuovo aggiornamento (iOS 10.2.1), senza tuttavia avvertire che la sua installazione avrebbe potuto ridurre la velocità di risposta e la funzionalità dei dispositivi”.