24/07/2021

ART News

Le Notizie in Tempo Reale

La Francia contro l’UE e la Merkel interviene

1 min read

Il governo francese rifiuta di adottare nuove misure di austerità e prevede, nella legge di bilancio per il 2015, un deficit che quest’anno si attesterà al 4,4% del Pil, e appena sotto, al 4,3%, l’anno prossimo. Per il 2016 è previsto che scenda al 3,8% e solo nel 2017 tornerà entro il limite previsto dalle norme europee del 3%.

«Abbiamo preso la decisione di adattare il passo di riduzione del Pil alla situazione economica del Paese». Ha spiegato il ministro delle Finanze, Michel Sapin,

Immediato l’intervento della Merkel: “Non siamo ancora al punto in cui si possa dire che la crisi è alle nostre spalle”. Poi la cancelliera tedesca aggiunge: “I Paesi devono fare i loro compiti per il loro benessere” ricordando che il Patto di stabilità e crescita “si chiama così perché non può esserci crescita sostenibile senza finanze solide”.

Lascia un commento